ass padimo

Padimo è un'associazione scientifica che si occupa della malattia di Parkinson e dei disordini del movimento.
La natura dell'associazione è duplice: una vocazione scientifica, con cui il comitato scientifico si impegna a studiare tutte le innovazioni, le ricerche, gli atti dei convegni che si svolgono nel mondo per mettere a conoscenza gli associati della terapia e delle tecniche terapeutiche e riabilitative pù efficaci. L'altra è quella che coinvolge i portatori della malattia di Parkinson e dei disordini del movimento, attraverso momenti di incontro, di sostegno, attività ricreative e motorie, nell'ottica della continuità delle azioni neuroriabilitative e psicologiche.
La volontà dell'associazione è anche quella di coinvolgere pazienti e familiari, per formare gruppi di autoaiuto, con un obiettivo quanto mai importante,sconfiggere ed evitare l'isolamento e la depressione che spesso l'insorgenza o l'aggravarsi di queste patologie comporta.
 
Questa duplice natura rappresenta due facce della stessa medaglia: l'azione medico-scientifica e la vita associativa dei pazienti e dei familiari sono l'una la naturale conseguenza dell'altra, in un'ottica di continuità di intenti che genera anche altre sorprendenti effetti su chi, di queste patologie, porta il peso.
La leggerezza che arriva attraverso la condivisione, la convivialità, il raccontarsi le esperienze differenti, il provare scrivere la propria storia, la propria esperienza prima e dopo l'incontro con la malattia rappresentano se non dei momenti terapeutici, certamente un approccio ottimale nel percorso che ciascuno è chiamato a compiere.
L'impegno della neonata associazione, voluta da un piccolo gruppo di medici (neurologi, fisiatri e fisioterapisti) è concreto e sigilla il suo debutto con un convegno di largo respiro, in cui è dato spazio, durante i dibattiti anche ai portatori di disordini del movimento e ai familiari, per aprire un dialogo collettivo capace di coinvolgere tutti gli interlocutori.
Provare a cercare e suggerire un panorama di modalità terapeutiche e spazi di riflessione, nella certezza che questi siano i momenti capaci di offrire spunti e opportunità.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x